Come richiedere un risarcimento per danno medico?

Home Tutela dei cittadini Come richiedere un risarcimento per danno medico?

Sei stato vittima di un danno medico e vuoi richiedere il tuo giusto risarcimento?

Cosa conviene fare e cosa evitare? Qual è il modo migliore per procedere?

La prima cosa da fare sarà quella di raccogliere tutta la documentazione sanitaria relativa al tuo caso, compresa quella precedente l’intervento o il ricovero nel quale è stato subito il danno.

Ricorda che più documenti avrai a disposizione e più sono alte le probabilità di poter dimostrare il nesso causale tra intervento medico e danno subito – è buona norma infatti conservare sempre la documentazione medica.

La consegna della cartella clinica da parte della struttura sanitaria dovrebbe avvenire entro i sette giorni dalla richiesta da parte del paziente; qualora dovessi avere difficoltà nel recuperare le tue cartelle cliniche, potrai potrai richiedere un supporto da parte di un legale o rivolgerti a strutture specializzate. Per richiedere la tua cartella clinica affidati al nostro servizio semplice e veloce.

Richiedi subito la cartella clinica tramite il nostro servizio

Una volta reperita tutta la documentazione necessaria, questa dovrà essere valutata da un medico legale per stabilire se effettivamente vi siano o meno le condizioni per poter richiedere il risarcimento.

Se la valutazione avrà esito positivo, sarà necessario che il medico legale, possibilmente corroborato da un medico specialistica, rediga una perizia sul caso. Contestualmente dovrà rivolgersi ad uno studio legale che agirà per interrompere la prescrizione (link dell’articolo sulla prescrizione) nei confronti della struttura sanitaria.

La strada più semplice sarà rappresentata dal tentativo di raggiungere una definizione transattiva della richiesta di risarcimento, concordando in via stragiudiziale un importo risarcitorio direttamente con la struttura sanitaria o con la sua assicurazione.

Qualora questo approccio non dovesse andare a buon fine, si renderà necessario promuovere una azione giudiziale tramite accertamento tecnico preventivo (scopri cosa è l’ATP), al termine del quale il consulente tecnico d’ufficio nominato dal Giudice depositerà una perizia con la propria valutazione del caso sulla base della documentazione medica prodotta e delle perizie presentate dai medici legali e specialisti di parte.

Se anche questa ulteriore fase conciliativa non dovesse concludersi con un accordo tra le parti, allora sarà necessario istituire un vero e proprio giudizio.

Tutto quanto sopra detto comporta costi notevoli per il malaugurato paziente che, nonostante si sia visto arrecarsi un danno, per richiedere un giusto risarcimento dovrà anticipare e sostenere spese mediche e legali che vanno da alcune migliaia fino anche diverse decine di migliaia di euro, con il rischio che non si chiuda un accordo transattivo se non addirittura quello di veder la propria richiesta respinta dal Giudice e quindi accollarsi, oltre le proprie, anche le spese di controparte.

Rivolgendovi a noi eliminerete ogni tipo di anticipo di costo e rischio economico, in quanto ogni spesa verrà da noi anticipata ed in caso di esito negativo della domanda nulla vi sarà richiesto poiché tutti i costi rimarranno a nostro carico.

Inoltre non dovrete occuparvi di seguire nessuna delle fasi sopra menzionate, poiché saremo noi ad occuparci di tutto; una volta forniti i documenti dovrete solamente attendere l’esito della richiesta senza alcun tipo di preoccupazione ne amministrativa ne tanto meno economica.

Scopri come fare CLICCA QUI

Richiedi una consulenza GRATUITA
Il nostro compenso è percepito solo in caso di buona riuscita della pratica, nulla sarà dovuto se non otteniamo il risarcimento.